arcVision Prize Stories Tatiana Bilbao intervistata da Domus

Tatiana Bilbao: “L’architettura deve assecondare il bene collettivo.”

Tatiana Bilbao, nominata arcVision Prize nel 2015, viene intervistata da Domus nel suo studio, insieme a una carrellata di riprese da Città del Messico.

Durante il video della serie Time-Space-Existence prodotto da PLANE–SITE, che verrà proiettato alla Biennale di Architettura di Venezia 2018, l’architetta messicana spiega il ruolo dell’architettura nella società e racconta il suo approccio, per cui un nuovo progetto “non riguarda tanto la forma di un edificio, ma cosa fa alle persone.”

Tatiana Bilbao discute la propria filosofia progettuale, il ruolo dell’architetto nella società e come un edificio possa migliorare la vita umana, mettendo in evidenza anche la necessità di adottare lavorazioni artigianali articolate e utilizzare materiali reperiti in loco, tenendo a mente i bisogni dei lavoratori e dei manutentori.

Il video è stato commissionato dalla GAA Foundation e sostenuto dall’ECC (European Cultural Center), e sarà proiettato all’interno della mostra “Time-Space-Existence” alla prossima Biennale di Architettura di Venezia.

Domus

Tatiana Bilbao

« Siamo architetti perché vogliamo migliorare la qualità della vita.
Lavoriamo con l’ambiente, i materiali, la manodopera e le tecniche locali, aprendo canali di comunicazione tra i diversi settori sociali e innescando attività produttive che permettono di realizzare esperienze estetiche diverse, forti e dirette. Cerchiamo di capire il mondo attraverso il nostro ufficio multiculturale e multidisciplinare, e di tradurre i suoi rigidi codici nel linguaggio dell’architettura.

Attraverso questi filoni, l’ufficio, rigenera spazi “umanizzati” per reagire al capitalismo globale, aprendo nicchie di sviluppo culturale ed economico. Creare un clima di collaborazione, dove risuonano discipline tecniche, teoriche e artistiche differenti, con la fiducia di riuscire in un modo o nell’altro a influenzare i modelli e le strutture della società.

Gli associati dell’ufficio lavorano al tema della risonanza, che mette in sintonia la frequenza di un dato sistema con la frequenza di un’unità esterna, con le informazioni generate da un altro sistema. Come con l’etica dell’alterità di Lévinas, l’ufficio incorpora l’altro, che non è stato riconosciuto o accettato dall’oligarchia intellettuale, politica o commerciale, ma che è alla ricerca di un cambiamento qualitativo nella vita strutturale. Per questo motivo, costruiamo con la responsabilità di capire tutto ciò che facciamo e intendiamo fare, imparando attraverso ciò che facciamo. » Leggi di più

www.tatianabilbao.com

Biografia
1972 – Mexico City, Mexico
Tatiana Bilbao tra le nominees dell’arcVision prize 2015,  la sua carriera decolla con la laurea per la quale riceve un riconoscimento come migliore tesi dell’anno, mentre già nel 1998 diventa consulente per i Progetti Urbani e l’Edilizia Residenziale Urbana del Dipartimento per lo Sviluppo di Città del Messico.

Nel 2004 due importanti traguardi, la fondazione del suo studio Tatiana Bilbao S.C e, in collaborazione con Derek Dellekamp, Arturo Ortiz e Michel Rojkind, di un centro di ricerca urbano che si occupa di difesa e controllo dello spazio pubblico nella capitale messicana.
Il suo studio affronta progetti in varie parti del mondo mentre Tatiana Bilbao intraprende anche la carriera accademica: dal 2005 è docente di progettazione alla Universidad Iberoamericana e nel 2008 è visiting professor all’Università Andres Bello di Santiago del Cile.

Nel 2010 la Bilbao è affiancata da due partner, David Vaner, architetto e ingegnere con esperienza nel team di ricerca ETH di Basilea, e Catia Bilbao, analista, direttore finanziario del gruppo. Tra i più prestigiosi riconoscimenti conseguiti, nel 2009 Tatiana Bilbao è nominata Emerging Voice dalla Architecture League of New York, mentre nel 2010 il Centre Pompidou acquisisce tre suoi progetti nella sua collezione permanente di architettura.

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.