Benedetta Tagliabue – arcVision Prize stories

Benedetta Tagliabue ha presentato Too Good to Waste alla Milano Design Week  2017.

Milano 3-15 Aprile 2017 Benedetta Tagliabue, membro della giuria di arcVision Prize – Women and architecture, ha presentato l’installazione Too Good to Waste all’Università Statale di Milano per la mostra INTERNI MATERIAL IMMATERIAL nel contesto della Milano Design Week 2017.

THE JURY ENG Benedetta Tagliabue« Material immaterial è un tema interessante. Il significato di ‘immaterial’ in inglese assume una diversa connotazione rispetto alla lingua italiana, significa ‘non importante’; questo ci permette di giocare con il tema delle cose che vengono ritenute non importanti, delle cose che si possono buttare via. L’idea dietro al progetto è quella di riutilizzare delle parti di legno considerate scarti o parti di bassa qualità per trasformarli in pezzi unici e preziosi, come gioielli. »

Benedetta Tagliabue

Too Good to Waste

L’installazione di Benedetta Tagliabue, EMBT, vuole riflettere sulla validità della relazione tra consumo di legname e oscillazioni del gusto.  Ovvero, su come la dimensione culturale interferisca sulle scelte tangibili che riguardano la produzione materiale e l’impatto sul Pianeta.

Too Good to Waste è composta da una serie di interventi puntuali che coronano i portali della hall dell’Aula Magna e che racchiudono superfici specchiantisedute nascoste, panche e tavoli da spingere, tirare e orientare, invitando alla loro scoperta. Riflettendo il modo in cui le statue in terracotta animano le facciate interne dell’architettura rinascimentale del Filarete, così i visitatori diventano parte integrante dell’installazione interagendovi e completando l’opera.

Too Good to Waste, Benedetta Tagliabue EMBT

Biografia

Benedetta Tagliabue, laurea in architettura allo IUAV di Venezia, è titolare dello studio internazionale di architettura Miralles Tagliabue EMBT, fondato nel 1994 insieme a Enric Miralles con sede a Barcellona e, dal 2010, a Shanghai. Tra i suoi progetti di maggiore fama: il Parlamento di Edimburgo, il Diagonal Mar Park, il mercato di Santa Caterina a Barcellona, il Campus Universitario di Vigo e il Padiglione Spagnolo per l’Expo di Shanghai 2010, vincitore del prestigioso premio RIBA come “Miglior edificio internazionale del 2011”.

Attualmente lo studio è impegnato nella realizzazione della Business School dell’Università di Fudan a Shanghai, le torri per uffici a Taiwan e Taichung, gli spazi pubblici del quartiere HafenCity ad Amburgo e la stazione metropolitana parigina di Clichy-Montfermeil (1° premio concorso internazionale di progettazione). Lo studio EMBT si occupa di progettazione architettonica e di spazi pubblici, recupero, disegno industriale e di interni.

La poetica architettonica di Benedetta Tagliabue, sempre attenta al contesto, ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali nella categoria del disegno di spazi pubblici e della progettazione. Nell’ambito dell’attività accademica, è stata Visiting Professor presso l’Università di Harvard, la Columbia University e la Scuola di Architettura ETSAB di Barcellona; tiene regolarmente lezioni presso forum di architettura e università e partecipa a giurie internazionali, tra cui la giuria per i premi “Princesa de Asturias” e più recentemente la giuria del Pritzker Prize.

Nel 2004 ha ricevuto la laurea ad honorem dalla Facoltà di Lettere e Scienze Sociali dell’Università Napier di Edimburgo e nel 2013 il premio “RIBA Jencks Award”, assegnato ogni anno a un progettista o studio che abbia fornito un contributo importante all’architettura a livello internazionale in termini teorici e pratici. Benedetta Tagliabue è anche direttore della Enric Miralles Foundation, istituita per promuovere l’architettura sperimentale nello spirito del marito e partner, Enric Miralles.

Links

mirallestagliabue.com

internimagazine.com

Video

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply